Una nuova conoscenza…

cuore-sulla-spiaggia

Ebbene sì: è successo di nuovo.

Hai appena conosciuto un individuo di sesso maschile che per il momento ti piace, (in verità non sai ancora molto di lui) e , detta volgarmente, ti “fa sangue”.

Ed ora che succede? Le opzioni sono tre.

  1. sei una “cougar”, quindi ti farai zero problemi. Sei indipendente, bastante a te stessa e se il tipo in questione non è come ti aspetti volterai pagina senza troppi pensieri e guarderai altrove, da buona cacciatrice. Del resto: ogni lasciata è persa. O sbaglio?

  2. sei una fatalista, quindi la tua idea è questa: se deve succedere sei certa che succederà. Inutile pensarci troppo, sperare inutilmente, meglio affidarsi nelle mani del destino.

  3. sei una donna “normale” (penso sia il caso più comune) e cerchi una relazione più o meno seria, quindi…buon divertimento!

    Largo a tutte le domande ed ai dubbi del caso, insomma le classiche ed immancabili “seghe mentali”.Ok, lo so, siamo nel 2015, siamo donne moderne, etc…ma ve lo garantisco: esistono ancora e permangono. Quali sono le più comuni?

    – Quando mi contatterà?( Aspetterà, come una volta, i 3 giorni di rito, o si farà sentire prima? E come? Un poco impegnativo sms, whatsapp in scioltezza o telefonata sicuramente più gradita?)

    – Cosa sta cercando? Sesso/amore?

    -Come mi considera? Bella ma senza cervello? Oppure interessante ma esteticamente insignificante?

    Ovviamente poi interverranno le amiche  (più o meno fidate) in veste di consigliere e ci saranno continue interpretazioni, commenti e confronti riguardo il comportamento  del soggetto incriminato.

    Che dire? Siamo troppo complicate (questo lo diceva la Mannoia…)? Siamo difficili? Ci sono, ce l’ho: siamo complesse, questo è il termine giusto, quello che ci descrive meglio!Non è una parola negativa, e neanche superficiale, insomma ha il suo perché,una sua dignità!

    E voi, maschiacci, siete d’accordo?

 

Annunci

5 thoughts on “Una nuova conoscenza…

  1. Il discorso vale anche per i “maschiacci”! Credo che quando incontriamo una persona che ci desta interesse sia del tutto legittimo cercare di approfondire e conoscersi meglio. Di conseguenza, i fatti emetteranno la sentenza.
    Non capisco, invece, perché, in queste occasioni, si è costretti a muoversi per metafore, a stare sempre sul “non detto”, a cercare di far capire all’altro qualcosa senza dirlo esplicitamente. Diamine, se c’è dell’interesse reciproco, perché non dirselo? 😉

    Mi piace

  2. Sono pienamente d’accordo con te.Il non detto e un po’ di mistero possono inizialmente essere anche intriganti ma, a lungo andare, personalmente mi fanno perdere l’interesse nei confronti dell’altro.Trasparenza e spontaneità: accendiamole!☺

    Liked by 1 persona

  3. Mi associo: è già un casino trovare una persona che sia grosso modo come ci piacerebbe che fosse (“più o meno”, perché c’è sempre qualche compromesso da accettare) e si rischia di mandare a monte tutto per una stupidaggine del tipo “non lo chiamo se non lo fa prima lui/lei, sennò sembro disperata/o” ? 🙂
    La differenza sta nell’atteggiamento delle amiche e degli amici: di base le amiche inizieranno a spulciare ogni caratteristica del ragazzo in questione, mentre in generale gli amici se la cavano con un “ma sì, perché no? Se ci sta trombala!” 🙂
    Battute a parte, al di là di tutto, questo è un momento che fa sempre battere il cuore, che emoziona. L’allusione che ti fa pensare a chissà cosa, il messaggio la sera, sono quelle piccole mosse che danno il sapore alla fase del corteggiamento. E non se ne può fare a meno 🙂

    Liked by 1 persona

    • Non posso che darti ragione caro Lello: la fase del corteggiamento è davvero splendida.Certo, è delicata, dato che abbiamo davanti l’ignoto e stiamo imparando a conoscerlo, ma allo stesso tempo è così emozionante e magica…Il preludio a qualcosa di (forse) indimenticabile e, sicuramente unico ed irripetibile (spero non suoni come una minaccia!☺)

      Liked by 1 persona

  4. dall’alto dei miei 40 anni dico che bisogna farsi meno menate. Anche gli uomini, ma voi donne soprattutto.
    E’ da idioti mettere la vita in cassaforte sperando di ritrovarla più avanti con gli interessi.
    Volete farvi una scopata? Fatela!
    Al contrario, non vi va? Non fatela.
    Molto semplice.
    Ricordatevi che gli altri si preoccupano sempre di dirvi ciò che dovete o non dovete fare, ma poi non gliene frega niente se siete felici o no.
    Quindi lasciate pure che vi etichettino in qualunque modo: meglio vivere soddisfatti zeppi di etichette, che vivere contro i propri desideri semplicemente perchè lo dicono le “regole non scritte” generate da masse di persone che…che in realtà fanno la fila dallo psichiatra.
    Sono loro i matti! Sono vittime di sè stessi! Seguono la filosofia delle menate, poi per invidia sparlano di chi non fa come loro, ma per paura di essere sparlate continuano a fare la vita dettata dagli altri, e via così: un cane che si morde la coda, finchè poi finiscono ad abbonarsi a “riza psicosomatica” per capire perchè non sono felici.

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...