Differenza di età? Help!

scary

La differenza di età in un rapporto conta o, come Susannina nostra il nostro mood è “Và dove ti porta il cuore” quindi basta l’ammmore?

Iniziamo a contestualizzare la situazione ( wow, come scrivo bene oggi!).

Quando siamo alle elementari i bambini più grandi non li consideriamo proprio per niente. Un classico è “fidanzarsi” ( eh sì, a quell’età si dice ancora così. Altro che “ ci stiamo frequentando” come si dice da adulti, quando è magari anche un po’ di tempo che condividiamo diverse cose., Ed ho detto tutto..) con il compagno di classe. Vi ricordate? “Ci siamo fidanzati. Ma lui ancora non lo sa”. Un must have.

Alle medie già le cose iniziano a cambiare e lo sguardo cade anche su quelli delle classi più avanti, ma è alle superiori che la situazione si capovolge veramente. Avere un ragazzo più grande fa veramente “figo”, se poi è figo anche lui, ancora meglio. I motivi sono tanti: è più spigliato, più esperto (o almeno così fa credere), non parla solo con i maschi ma soprattutto… ha la macchina, ho meglio la guida. Quello sì che è un bel salto di qualità. ☺Le amiche si accontentano del coetaneo con la bici che il sabato sera ad una certa ora, per tornare a casa, deve farsi accompagnare da amici più grandi, o farsi venire a prendere dai genitori (e giustamente si vergogna)? Noi abbiamo, care mie, il ragazzo che ci aspetta davanti a scuola, il sabato ci porta alle feste e a volte addirittura a mangiare la pizza: tutta un’altra storia. Poi, si sa, siamo anche più mature per la nostra età, siamo proprio “avanti”😉.

Ok, questo succede più o meno a tutte. Passano gli anni e la differenza di età pesa sempre di meno: coetanei o meno, poco conta quando siamo adulte. Cresciamo, cresciamo (preferisco non dire invecchiamo) e poi che succede? Beh,l’uomo più grande inizia a perdere smalto. Eh sì: proprio così! Certo, ha sempre l’auto, ha sempre più esperienza, ma non è che sta iniziando a invecchiare? E’ più tranquillo ( ok, rassicurante, certo…ma il troppo stroppia) esce di meno (bello stare a casa vicini vicini…ma non ci allarghiamo!) si divanizza e fisicamente ammorbidisce (la pancetta piace. Seee…) A meno che il soggetto non si chiami Briatore o appartenga allo shobiz (casi rari) la musica cambia. Gli occhi si posano su coetanei più gagliardi e meno distratti o, nei casi più estremi, ci si cougarizza di brutto. Sì alle uscite con le amiche gioiose come badanti nella giornata libera. E dall’altra parte? “La mia compagna non mi vuole più come prima? O sto a casa a leccarmi le ferite ( 5 minuti 5) oppure esco con gli amici single o al secondo giro ( dicesi separati/divorziati). Donne 25enni o giù di lì:arriviamo!”

Questi,ovviamente, sono dei casi estremi (almeno credo) ed io ci ho scherzato su (spero non offendendo nessuno). Ogni relazione è diversa ed ogni coppia ha un suo equilibrio. Certo, con gli anni si cambia e non sempre nella stessa direzione, ma questo indipendentemente dall’età. Beh, come ogni donna sono una fan dell’happy end, quindi sì all’ammmore con l’uomo diversamente giovane o, perché no, giovane veramente e non solo inside!☺

Annunci

75 thoughts on “Differenza di età? Help!

  1. Da uomo mi verrebbe da dire che la differenza di età conta meno in senso diametralmente opposto. L’ultimo grande gap è tra chi lavora e chi studia e funziona in ambo i sensi: quando ero all’università provai ad uscire con ragazze che già lavoravano ma proprio la forma mentale era diversa, lo stesso più tardi quando da lavoratore uscii con studentesse. Eppure la differenza di età era solo di due o tre anni. Poi si inizia a lavorare tutti e quindi puo’ capitare anche che ti trovi con una di 8 anni di meno o con una coetanea e non noti differenza. Non sono mai stato un casanova ma devo dire che passati i 35, le under 30 hanno iniziato a trovarmi decisamente più interessante. Maturazione tardiva? Fascino del 40enne e zone limitrofe?

    Liked by 2 people

  2. Quasi sempre avuto relazioni con donne più grandi di me di almeno un anno!La parte di quello che c’aveva la macchina non l’ho mai fatta!Ora come ora però , fermo restando che prima che all’età guarderei comunque sempre prima alla testa, non direi di no ad una storia con una ragazza più giovane anche se, ciò in questo momento più che altro riguarda nel genere fantascienza!:-D

    Liked by 1 persona

  3. …dipende!! Per quel che mi riguarda, sono circondata da coetanei che per quanto siano attraenti dimostrano di essere rincoglioniti che manco la demenza senile, impauriti e superficiali, e uomini più adulti che invece sono in grado di comprendere ed avere quell’attenzione in più senza che tu debba chiedere che alla fine dei conti sbaraglia la concorrenza facile facile…. poi non so se io ho un’attitudine personale nell’attirare trentenni deficienti XD il che è estremamente possibile….
    Poi dipende sempre dalla differenza d’età. 30-40 o 30-50 è un conto, 30-70 aspetta n’attimo…!!!! XD

    Liked by 1 persona

    • Ho cercato di rimanere sobrio nel commento ma vedo che non è stato sufficiente ad arginare i moti di denigrazione della “infame” categoria cui afferisco.
      Ti rispondo solo con una battuta: il rincoglionimento del nostro simile (essere umano) è molto spesso inversamente proporzionale alla nostra ipertrofia dell’ego.
      Personalmente posso testimoniare funzionamenti egregi di coppie perfino con 30 anni di differenza. E non grazie alla capienza del conto corrente bancario.
      Cordialità, Piero 🙂

      Mi piace

  4. Mia moglie ha 4 anni più di me, e siamo entrambi contentissimi così.
    Nei decenni (ehm…) scorsi ebbi una ‘morosa’ anch’essa di alcuni anni più vecchia di me, e filava sempre tutto liscio.
    Credo che il discorso dell’età sia devvero poco importante, l’unica cosa che conta è lo stare bene insieme.

    Caso estremo: il mio collega Alex ha la moglie più vecchia di lui di 9 anni e mezzo, ma qui la situazione è ‘particolare’ perché lei è davvero ‘vecchia’ nei modi di fare (lui 52, lei 61) mentre lui è molto giovanile sia nell’aspetto, che nei gusti e nell’atteggiamento. Non li vedo bene insieme, e lui lo sa.

    K!

    Liked by 1 persona

  5. Quando ero piccola mi piacevano i più grandi, non necessariamente i più belli; poi quelli della mia età, che però non combinavo mai niente ( troppa amicizia,a parte uno 😉 ; e alla fine ho sposato uno di due anni più grande, che non è ancora quarantenne, ma brizzolato da un bel po’…

    Liked by 2 people

    • Sono d’accordo con te: l’età mentale fa la differenza.Ci sono persone che sono “vecchie” già da giovani.☺Ciò non toglie che troppi anni di differenza secondo me possano creare difficoltà più facilmente. p.s. so già che gli uomini non approveranno questa mia ultima frase.😉

      Liked by 1 persona

  6. Io di anni inizio ad averne un pò, ma la mia testa si rifiuta di considerare l’età e curo l’aspetto perchè la pancetta demoralizza me per primo. I risultati si vedono e mi vado ad impelagare in situazioni difficili…. ma non demordo, anche se in generale ritengo che l’età non è mai un ostacolo insormontabile, di qualunque differenza si tratti… 😉

    Mi piace

  7. oh oh che bella discussione… personalmente ho sempre preferito il ragazzo/uomo piu’ grande e tutt’ora se distolgo lo sguardo dal mio principe per un attimo e più facile che lo posi su un 40 anne che non su un un 20enne (io ne ho 30) . Anche perchè l’esperienza (spesso ) fa la sua parte. Non escludo però che nei prox 10 anni che mi separano da i 40 io possa cambiare opinione. In fondo, a quel punto, magari di esperienza ne avrò accumulata talmente tanta da aver voglia di distribuirla . Principe permettendo!:-)

    Mi piace

  8. Secondo me succede ESATTAMENTE l’opposto: la differenza la si avverte di più da giovani… solo che a quell’età i difetti non si vedono: la ragazzina oca va bene lo stesso, pur di fare qualche esperienza.
    Più avanti ci si allinea: 30 anni o 40 non cambia un granchè, soprattutto (ma non esclusivamente) se si hanno figli.
    Per quanto riguarda l’aspetto estetico posso darti ragione, ma solo per quello.
    Per il resto…mah… ti dirò… secondo me tra uomo e donna c’è una differenza principale nelle tipologie di svago: la donna è più portata per le serate chiassose a sparare chiacchiere frivole con le amiche, shopping e -top del top, più fantasia che altro- fare cretinate come se si fosse tornate ragazzine (guardati il video della canzone “Roma-Bangkok” di Baby-K e Giusi Ferreri);
    L’uomo invece è anch’egli attivo ma in modo diverso: per esempio ha più spirito d’avventura, cosa che alle donne manca quasi totalmente. Non apprezzano il fascino (e la sottile paura) dell’ignoto, preferiscono i viaggi ben pianificati, che sei poi non vanno esattamente come era pianificato…è un casino, sclerano… guai a perdersi, o ad affrontare qualcosa di non previsto.
    Le donne sono inoltre molto attaccate alla “tana” (la casa) : per loro è un piacere poterne godere, mentre secondo l’uomo la casa serve solo per dormire e cacare. L’uomo vivrebbe al bar.

    Personalmente ,con mia moglie ho… ho_avuto/ho degli scazzi quando vorrebbe fare uscite chiassose in luoghi chiassosi per un divertimento artificiale e preconfezionato. Mentre io mi lamento del suo scarso spirito d’avventura e del suo essere spesso cagasotto.
    Per esempio andiamo spesso a camminare in montagna, ma lei va sui sentieri con le stessa filosofia di quando si va in autostrada, con la pretesa di sapere esattamente quanto tempo manca (ogni 5 minuti), cosa troverà, ecc , mentre io devierei continuamente per sentieri secondari non riportati sulle cartine ufficiali, per vedere dove va, cosa c’è là, senza sapere quante ore ci metterò, cosa troverò… magari sbaglierò i calcoli e tornerò a casa a mezzanotte sudato e sporco da far schifo con una fame da mangiarmi pure l’erba… lì per lì probabilmente incazzato, ma lunedi ne sarei contento.

    Mi piace

    • Mi piacciono le considerazioni che hai fatto sul poco spirito di avventura delle donne:le trovo, mio malgrado, realistiche.☺Per quanto riguarda l’età, forse non mi sono spiegata bene: con l’età ci si allinea, certamente.Io nella mia testa pensavo a quando la donna ha 50 anni e magari l’uomo ne ha 70 o di più.

      Mi piace

      • 20 anni di differenza e più, è poco verosimile. A meno di non trovarsi in qualche villa di Arcore (ma quello sgancia un sacco di soldi).
        E se esistono casi del genere di coppie sposate e innamorate, penso che per fare una scelta così inusuale si debba essere motivati da parametri di scelta altrettanto inusuali.
        Cioè, penso che chi si sposa un uomo con 20 anni di più…. stia poco a guardare certi aspetti estetici.

        Mi piace

  9. mi viene da ridere ma mi hai ispirato la creazione di un nuovo tag!Ero li che correvo e ad un certo punto dalle cuffiette ascolto una canzone e mi sei venuta in mente…per cui tornato…taggata!

    Mi piace

  10. Le differenze di età contano quando manca l’entusiasmo di vivere. Questo può venire meno a vent’anni come a cinquanta. Se due persone riescono a coltivare i propri interessi, in modo armonioso, e magari gestendone qualcuno insieme, ne gioverà anche la loro relazione. Poco importa, alla fine, se li separano dieci o più anni di età.
    Spero di vederti sulle mie pagine.
    Un sorriso per la giornata.
    ^___^

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...