Tic, tac….pericolo in vista?

Tic, tac, tic, tac... (1)

Tic tac, tic tac…ma cosa sarà mai questo antipatico ticchettio? Ora, se permettete metterei un warning gigante, rosso lampeggiante di quelli che non si può non vedere. Orologio biologico! Ahi, ahi, ahi, termine che colleghiamo a discorsi spinosi, molto spesso.Parola che di default ci fa pensare all’universo femminile. Il cliché vuole che sia sempre la donna ad essere ossessionata dal pensiero del passare inesorabile del tempo e dallo spasmodico desiderio di procreare, che attenda il miracolo con trepidazione. Le amiche le diranno: ” Più ci pensi, peggio è. Vedrai che quando non sarà più il pensiero fisso succederà.”Oppure esistono anche gli uomini che condividono questa fase particolare, essendo di supporto. Bravi eh?:-)))

Eppure questi sono solo cliché, semplici leggende metropolitane ma dure a morire. Esiste anche un terzo caso, di cui spesso o quasi mai si parla. Ormai un po’ mi conoscete, sapete che dico le cose che penso senza filtri, quindi… arriva lui…l’uomo che non deve chiedere mai? No, purtroppo no: è un uomo che chiede, eccome se chiede.L’uomo bioclock addicted (neologismo appena coniato, fresco fresco).Eh beh, non è facile da gestire la bestiola in questione. Le possibili reazioni potrebbero essere le seguenti:

1) Le amiche: “ma che bravo che è! Sai che sei fortunata? Trovalo un uomo che ama i bambini, che vuole costruirsi una famiglia, di sani principi, amante dell’happy end…In giro ci sono solo uomini che non vogliono impegnarsi, sì sei davvero fortunata cara mia!”

Sento uno strano rumore, anzi stridore,piuttosto fastidioso tipo gesso sulla lavagna…

2) Fortunata? Ma anche no. Oserei dire diversamente fortunata. E perché? Averlo accanto significa sentirsi il fiato sul collo, un pappatacio che non ti molla, punge e ripunge, a più riprese e a sorpresa.

Vogliamo parlarne? I figli si fanno in due, lo sappiamo. Eppure c’è qualcuno che li tiene nella pancia per 9 mesi, ha delle nausee come se non ci fosse un domani, e poi, il parto? Una passeggiata? Meglio una passeggiata in centro 🙂 Quel qualcuno siamo noi donne e  se non siamo così propense a generare una nuova vita perdonateci.Questo non significa che siamo delle incallite partygirl, drogate di aperitivi, regine di serate, imperatrici della vita notturna. Magari un po’ sì, ma magari siamo solo un po’ consapevoli (azz, ci sono cascata anch’io con questo termine strabusato, ma in questo caso ci sta) che non è proprio che l’erede sarà un cicciobello che si guarda intorno, dorme e mangia sereno come un monaco in ritiro.

Un figlio, sì certo ma con serenità. Poi ci viene l’ansia da prestazione e non va bene! Quella deve venire a voi :-)) Quindi keep very very calm e viviamoci in scioltezza la vita!

 

Annunci

44 thoughts on “Tic, tac….pericolo in vista?

  1. Rieccomi! Anch’io non ho mai capito l’ansia di procreare a tutti i costi, maschile o femminile che fosse. Al contrario, ti confesso candidamente che me la faccio sotto alla sola idea di diventare genitore. Questo perché sono uno spirito libero, e quindi l’idea che ci sia una persona che, in quanto mio/a figlio/a, è legata a me per l’eternità mi fa sentire in catene. Lo stesso vale per l’eventuale madre del figlio: finché siamo senza figli ci si può lasciare anche domani, ma con un figlio è diverso, perché per la sua felicità e il suo equilibrio è fondamentale che i genitori stiano insieme. E quindi, altre catene ancora.
    So che c’è una corrente di pensiero per cui “Il bambino soffre di più con due genitori uniti e infelici che separati e felici”: tuttavia ho sempre pensato che questa fosse una frase falsa e autoassolutoria, inventata da genitori che non sapevano gestire il proprio senso di colpa, e quindi sono arrivati a partorire la frase paradossale per cui a separarsi hanno fatto addirittura un favore ai loro figli. Ma mi faccia il piacere, come diceva Totò.

    Liked by 1 persona

  2. Insomma noi uomini o vogliamo figli o non li vogliamo a comandare siete comunque e sempre voi 😛
    Evviva la democrazia, ahahaha!

    Hai ragione, le cose si fanno in 2, e se non si fanno in 2 è giusto non stare insieme 😉

    Liked by 1 persona

  3. L’uomo 2.0 tanto bistrattato, è anche colui che si alza alle 5 di mattina, fa un lavoro di merda e alla sera, tornato alle 7, si lava mangia, da un bacio ai propri figli, guardandoli come se fossero il diamante più prezioso del Mondo, e salutata la moglie, corre in pizzeria a servire tavoli, per riuscire a donare un piatto di pasta ai propri figli, il giorno dopo.

    Mi piace

  4. All’inizio avevo pensato che
    [e adesso ti viene davvero la nausea, ed allora non so se dirtelo, ma facciamo di sì, tanto avevo capito male]
    Rifaccio.

    All’inizio avevo pensato tu fossi in dolce attesa e che l’orologio scandisse il termine delle fatidiche 40 settimane.

    Sei svenuta?

    Liked by 1 persona

  5. splendidi !!! Tutti indistintamente !!! Non importa se i figli vengono o no … li vuoi o no … l’importante è godersela…e poi i figli sono o non sono il frutto dell’amore? Ops!! ovviamente l’importante è sentirsi genitori di qualsiasi sesso siamo e gusti sessuali inclusi !! 😉 Carino il TIC TAC anche che con la vita di oggi mooolto 2.0 sarebbe il caso di dire TOC TOC

    Liked by 1 persona

  6. Sai che ti dico? Io quest’ansia da orologio biologico non ce l’ho. Ho quasi 36 anni, non ho ancora fatto un figlio e non ne ho nessuno in vista, pur convivendo da 10 anni e prossima al matrimonio e nemmeno m’interessa. Ancora non ne ho minimamente voglia né sento il richiamo della maternità, mi sa che per questa vita passerò 😀
    PS Hai per caso una parente che si chiama Deborah e lavora a Parigi?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...